Bagno in prostatite cronica

Rimozione del nocciolo da prostata

Tutti i contenuti di iLive sono revisionati o verificati da un punto di vista medico per garantire la massima precisione possibile.

Abbiamo linee guida rigorose Bagno in prostatite cronica materia di sourcing e colleghiamo solo a siti di media affidabili, istituti di ricerca accademici e, ove possibile, studi rivisti dal punto di vista medico. Nota che i numeri tra parentesi [1], [2], ecc. Sono link cliccabili per questi studi. L'effetto terapeutico dei tamponi del fango rettale Bagno in prostatite cronica di due fasi.

La prima fase, riflettore, è il fattore di risposta degli effetti del calore e manifesta un aumento significativo arteriole iperemia e capillari precapillaries, che porta ad un miglioramento Bagno in prostatite cronica retto e prostata trofismo del tessuto. La seconda fase - neurohumoral - base all'aumento del contenuto di sostanze biologicamente attive istamina, ecc Nella mucosa rettale, che aumenta la permeabilità delle strutture tissutali ai componenti fango biologicamente attivi inorganici ed organici ionizzati.

La temperatura delle applicazioni di fango tamponi rettalila durata dell'esposizione e Bagno in prostatite cronica numero di procedure hanno un'importanza significativa nell'effetto terapeutico di questo fattore e la sua efficacia.

Sotto l'influenza del trattamento del fango, la condizione generale dei pazienti migliora, il riempimento del sangue dei tessuti aumenta, la risposta neuroumorale dell'organismo si forma con la partecipazione di sistemi endocrini e di altro tipo.

L'effetto benefico del calore durante l'utilizzo dei tamponi rettali è completato da una leggera pressione meccanica, nonché dall'esposizione a sostanze biologicamente attive contenute nel fango terapeutico. Queste sostanze penetrano nella mucosa rettale nel sangue, dove esercitano un effetto.

Il fango terapeutico viene utilizzato sotto forma di applicazioni "codardi" e tamponi rettali g di fanghi terapeutici per tampone.

La durata della procedura è di minuti, in un giorno, sono necessarie procedure per il corso del trattamento. La paraffina è una massa bianca, densa e inodore. Ottenuto dalla distillazione di olio. Ha una bassa conduttività termica e una grande capacità termica. Queste proprietà della paraffina sono utilizzate nel trattamento della prostatite cronica.

Per il trattamento utilizzare torte di paraffina, che vengono imposte sulla zona del sacro o del perineo. Le procedure vengono eseguite ogni giorno o Bagno in prostatite cronica giorno a seconda della sensibilità individuale del paziente. Il corso del trattamento - procedure.

L'ocaquerite è una massa Bagno in prostatite cronica di origine bruno o nera. Contiene paraffina, oli minerali e resine.

L'ozocite non ha solo un effetto termico. Bagno in prostatite cronica abbastanza sostanze organiche e minerali con proprietà anti-infiammatorie. Argille - depositi sedimentari minerali di dispersione fine di corpi idrici, vari nella composizione minerale. Secondo le proprietà fisiche sono vicini al limo di fango e torba, hanno grande plasticità, viscosità, bassa conduttività termica, un grande osso caldo, quindi mantengono bene il calore.

Bagno in prostatite cronica uso terapeutico, le più adatte sono le argille di materia grassa gialle, grigie, verdi senza aggiunta di sabbia e acqua. La durata delle procedure è di minuti, sono condotte giornalmente o dopo un giorno, per un ciclo di trattamento procedure.

Per le procedure locali utilizzare scatole Bagno in prostatite cronica adattate. L'area di influenza è il perineo. La durata della procedura Bagno in prostatite cronica di minuti, ogni giorno o dopo un giorno, per il Bagno in prostatite cronica del trattamento: Bagno in prostatite cronica.

L'olio di naftalina ha un effetto antinfiammatorio, analgesico, aumenta la reattività generale dell'organismo, stimola i processi trofici di scambio nel Bagno in prostatite cronica.

Trova applicazione medica sotto forma di bagni generali e locali, applicazioni naftalaniche, tamponi vaginali e rettali. Per le applicazioni applicare naftalene raffinato disidratato e unguenti e paste di naftalan. Bagno in prostatite cronica trattamento della prostatite cronica, il naftalan viene applicato con un pennello sulla zona dei "vigliacchi".

Le aree lubrificate della pelle vengono irradiate con una lampada solux per minuti il tempo della procedura. Dopo la procedura, il riposo è raccomandato per minuti. Per il corso del trattamento sono prescritte procedure, che vengono eseguite per 2 giorni consecutivi con una pausa di 3 giorni. Con successo è usato in molte malattie, queste acque hanno un effetto anti-infiammatorio, desensibilizzante, migliorano la circolazione del sangue, hanno un effetto benefico sullo stato funzionale del sistema nervoso.

L'acqua dovrebbe essere tenuta nel retto per minuti. Le procedure vengono eseguite durante il giorno, per il corso del trattamento - procedure. Tuttavia, l'autore non ha scientificamente dimostrato l'uso di tali dosaggi.

II Nesterov nel ha applicato acqua di idrogeno solforato preparata artificialmente sotto forma di semi-corpi e microclasi per il trattamento di pazienti con prostatite cronica.

La quantità di acqua una volta somministrata è di 50 ml, la durata della sua presenza nel retto è di 10 minuti. Le procedure vengono eseguite quotidianamente o ogni altro giorno. Pazienti con prostatite cronica aspecifica ben tollerata con trattamento con acque di acido solfidrico.

Solo in singoli pazienti si è verificata una reazione ad una procedura leggermente superiore a quella fisiologica, manifestata da un aumento del dolore nel basso addome, nel sacro, perineo, disuria, debolezza generale. Tale reazione viene innescata nelle prime ore dopo il bagno e dura fino a 24 ore, è stato particolarmente pronunciato nei microclysters trattamento di acque solfuro di idrogeno, che è apparentemente dovuto al rapido assorbimento di solfuri mucosa rettale.

Per ridurre l'azione irritante dell'acqua idrogeno solforato sulla mucosa del retto, assorbimento ritardato di solfuri e, quindi, per reazione di eliminazione procedura procaina idrogeno solforato miscela mikroklizm con somministrazione preliminare in olio di vaselina retto è stato proposto.

La procaina ha fornito un forte effetto analgesico. Sotto l'influenza della terapia idrogeno solforato in pazienti in prostatite cronica, secondo rheovasography osservato aumento del tono e l'elasticità della parete vascolare, aumentando il numero di capillari funzionanti, aumentando la portata di sangue, ridurre la congestione venosa, con conseguente riduzione dell'edema prostata e azione antinfiammatoria facilitato.

Questo ci ha permesso di raccomandare acque a base di idrogeno solforato a pazienti con prostatite cronica. I fattori climatici servono Bagno in prostatite cronica biostimolatori naturali del corpo. Hanno un effetto termico, chimico e biologico, che viene effettuato attraverso un vasto apparato nervoso-recettore della pelle e delle vie respiratorie. L'effetto dei fattori climatici sul corpo umano Bagno in prostatite cronica meccanismi adattivi, influenza il trofismo dei tessuti, cambia la reattività immunobiologica, i processi metabolici, stimola la funzione sessuale.

Quando si nomina la climatoterapia, è necessario tenere conto della stagione dell'anno, delle caratteristiche climatiche del terreno, della reattività individuale dell'organismo, dell'età del paziente, del grado di attività del processo infiammatorio e del decorso clinico della malattia.

Per i pazienti andrologici, possono essere utilizzati vari tipi di aeroterapia: soggiorno prolungato all'aria aperta, passeggiate nella foresta, in riva al mare, bagni d'aria con esposizione parziale o completa del corpo. I bagni solari generali e locali di radiazioni dirette e diffuse, bagni in mare, una limona, un lago, un fiume sono anche efficaci, e nella stagione fredda - in bacini artificiali chiusi.

Durante il soggiorno all'aria aperta, specialmente al mare, nei parchi, nella foresta, migliora il corso dei processi fisiologici di base del corpo, che contribuisce alla normalizzazione della funzione sessuale.

I bagni d'aria sono procedure semplici, economiche e molto efficaci. Diversamente Bagno in prostatite cronica generale, i bagni d'aria includono l'effetto dosato di aria fresca su una persona nuda o parzialmente nuda.

Quando il Bagno in prostatite cronica d'aria sul corpo gestisce l'intero complesso di elementi meteorologici: temperatura, umidità, pressione, ionizzazione dell'aria, radiazione solare diffusa. I bagni solari sono procedure con azione fotochimica e termica attiva. Contribuiscono all'attivazione dei sistemi funzionali del corpo, principalmente nervosi e umorali, attraverso i quali avviene la regolazione delle ghiandole sessuali.

Il prendisole è consigliato per l'assunzione di lettini speciali con testiera protetta. Per tutti i tipi di Bagno in prostatite cronica andrologica climatiche e balneoterapia somministrato mattina ginnastica igiene esercizio terapia, giochi sportivi, terrenkur et al.

Termoterapia procedura radon e livello information onda processo che l'interazione totale viene definito, che porta alla stimolazione della divisione cellulare, cellulare e intracellulare rigenerazione, attivazione di funzioni.

Analisi di grande materiale clinico, lo studio dei risultati a lungo termine del trattamento ha contribuito a fare un certo numero di scoperte, una delle quali più tardi in letteratura è stata chiamata l'ormesi delle radiazioni. In dosi sufficientemente elevate, deprime i processi vitali, fino alla morte dell'organismo, riduce l'effetto dannoso quando la dose si abbassa e stimola i processi vitali con dosi estremamente basse, con un effetto favorevole sulle cellule.

Gli studi dedicati alla terapia radon clinica e sperimentale consentono di comprendere più profondamente i meccanismi dell'ormetria delle radiazioni. I risultati dello studio dei meccanismi dell'effetto terapeutico delle procedure del radon consentono di affermare che la stimolazione delle forze protettive e riparatrici dell'organismo viene effettuata Bagno in prostatite cronica principalmente le cellule recettoriali degli organi barriera, vale a dire non direttamente, ma indirettamente, stimolando i centri della regolazione immunitaria e neuroendocrina.

La balneoterapia, inclusa la terapia con radon, in condizioni adeguate per il corpo e le dosi che superano più volte gli stimoli di fondo naturali, sostituisce l'effetto tonico degli stimolanti naturali, che privava il paziente del corpo. La balneoterapia agisce come stimolo attivo sugli stessi recettori degli organi di barriera e risveglia Bagno in prostatite cronica forze protettive-adattive del corpo.

L'azione locale della balneoterapia riduce anche gli impulsi patologici dall'organo interessato. Naturalmente, l'effetto tonico dei centri neuroumorali si ottiene non solo dai recettori della pelle e delle mucose, ma anche attraverso la visione, l'udito, dai Bagno in prostatite cronica dei muscoli e di altri endorecettori di vari organi.

Questa influenza si indebolisce anche quando una persona è malata e la connessione attiva del suo organismo con stimoli esterni è limitata.

Le procedure del radon aumentano artificialmente l'impulso dal lato degli organi barriera, che determina il loro effetto stimolante sulle difese del corpo e quindi l'effetto terapeutico della loro applicazione. Pertanto, la terapia con radon irradiazione in dosi vicine allo sfondo è uno dei Bagno in prostatite cronica per stimolare forze indebolite di adattamento protettivo di un organismo malato, viene applicata quando l'azione di altri fattori di stimolazione naturale è impossibile o insufficiente.

Inoltre, si trova che il radon, come uno dei principali fattori naturali dell'ormetria della radiazione, stimola la resistenza degli organismi viventi alle malattie oncologiche e infettive, aumenta l'aspettativa di vita ed è una delle condizioni necessarie per il mantenimento della vita e della salute normali.

Gli studi hanno dimostrato che l'effetto terapeutico del radon dipende direttamente dalla presenza di microelementi nell'acqua. L'effetto delle particelle alfa porta all'emissione di fasci molto deboli di ultravioletto corto Bagno in prostatite cronica portano informazioni biologiche.

Secondo I. Gusarovanell'effetto benefico dei fattori terapeutici, ci sono due effetti:. È stato scoperto che l'irradiazione con piccole dosi Bagno in prostatite cronica radiazioni di organismi viventi o tessuti appena isolati causa una radiazione secondaria in quest'ultima, che a sua volta ha un effetto stimolante sui bioobiettivi. Queste radiazioni biogeniche secondarie sono prodotte costantemente nell'organismo vivente sotto l'influenza dello sfondo naturale radioattivo e la loro intensità dipende dal suo livello.

Uno sfondo di radiazioni naturali eccita continuamente i biopolimeri di un organismo vivente, e gli elettroni eccitati formano coaguli di energia e informazione polaritoni. Decadendo lentamente, producono radiazioni biogeniche coerenti nella gamma degli ultravioletti.

Riempiendo lo spazio interno di un organismo vivente, la radiazione biogenica secondaria sembra costituire la base fisica elettromagnetica del biocampo. Le malattie e le condizioni in cui la terapia con radon ha un effetto benefico sono associate a una violazione della coerenza di vari processi vitali, implementata con la partecipazione di VBI. Come è noto, la base dell'azione delle procedure di balneoterapia generale e locale è un complesso di vari fattori: meccanico, termico, chimico e ionizzante.

L'effetto meccanico è determinato dalla pressione idrostatica della massa di acqua e bolle di gas. Si noti che la pressione crea un terreno favorevole per l'eliminazione dei cambiamenti infiammatori e il ripristino delle funzioni compromesse, influisce sul flusso sanguigno venoso. Nel meccanismo d'azione dei bagni Bagno in prostatite cronica, un ruolo particolare è giocato Bagno in prostatite cronica peculiare influenza fisica del gas stesso azotopoiché le bolle d'azoto sono piccole e lente.

Coprono strettamente tutto il corpo, si accumulano sulle zone pelose e causano una leggera irritazione tattile dei recettori cutanei. Avere un effetto sedativo sul sistema nervoso centrale. Possono essere riferiti alla categoria di stimoli deboli, che hanno la capacità di migliorare l'inibizione e indebolire l'eccitazione. Il fattore di temperatura determina un numero di caratteristiche dell'azione fisiologica delle acque minerali.

Il suo effetto è tanto maggiore quanto maggiore è la differenza di temperatura corporea e acqua. Il mezzo acquoso modifica drasticamente le condizioni di trasferimento del calore a causa della grande differenza nella capacità termica e nella conduttività termica dell'aria e dell'acqua.